Per acne si intende un’infiammazione dei follicoli pilosebacei: prima si formano i comedoni (i punti neri), poi si formano le papule o pustole (brufoli). Le lesioni si localizzano al volto, collo, torace e dorso. Quando si verifica in forma severa, l’acne può indurre cicatrici inestetiche e permanenti.

Bardana e Acne - l'acne

Tra gli alleati contro questa patologia della pelle vi sono anche alcuni principi naturali: tra questi, la bardana. La Bardana appartiene alla famiglia delle Asteracee e cresce spontanea nei campi incolti e al margine dei fossi in tutta l’Europa continentale. Se ne utilizza la radice, raccolta in autunno o in primavera. È una pianta ricca di fruttani, il principale dei quali è rappresentato dall’inulina, e contiene anche due glucosidi, uno detto lappatina e l’altro denominato arctina B, mucillagini e una certa quantità di olio essenziale. È inoltre discretamente ricca di vitamine del gruppo B.

Alcuni studi sulla bardana

Antonello Sannia, presidente della Società Italiana di Medicina Naturale, ha presentato alcuni studi sulla bardana, sottolineando come questa pianta risulti essere particolarmente indicata in alcune forme di infiammazione della cute, acne giovanile, dermatiti.

Bardana e Acne - la Bardana

  • Il primo studio ha valutato l’azione antibatterica di un estratto di bardana su alcuni batteri e funghi (Stafilococchi, Streptococchi e Candida), e anche la sua eventuale tossicità sui macrofagi, importanti cellule del sistema immunitario. Dallo studio è emerso che l’estratto di bardana riduce la vitalità e la proliferazione dei batteri e dei funghi, senza incidere sulla loro sopravvivenza. Inoltre l’estratto ha ridotto la produzione da parte dei macrofagi dei fattori di infiammazione.
  • Un secondo studio clinico osservazionale ha valutato l’efficacia di un estratto di bardana nel trattamento dell’acne volgare. 34 pazienti, hanno assunto per via orale l’estratto per 6 mesi, misurando il numero delle lesioni acneiche e i due parametri Global Acne Grading System (GAGS) e Acne-Specific Quality of Life questionnaire (Acne-QoL). Ne è emerso che l’estratto ha migliorato  significativamente tutti i parametri esaminati: lo studio ha dunque confermato l’utilità nel trattamento dell’acne volgare.
  • Un ulteriore studio ha valutato l’effetto di un estratto di foglie di bardana sulla capacità adesiva, sulla proliferazione e sulla virulenza del batterio Pseudomonas aeruginosa,  considerato un patogeno opportunista di alta virulenza che può colonizzare la cute, l’orecchio esterno, le vie respiratorie. Si è osservato che l’estratto inibisce la virulenza e la proliferazione di questo batterio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here