“Vorrei qualcosa per regolare l’intestino, mi consiglia un integratore?” “Dottore, cosa mi consiglia per il colesterolo? Niente farmaci però”. E tu, dottore, sai come orientarti, quale integratore alimentare scegliere per i piccoli disturbi dei tuoi pazienti?

In aiuto arriva la guida di Federsalus “Il ruolo degli integratori alimentari nella medicina di famiglia”.

Guida Federsalus "il Ruolo dell'integrazione alimentare nella medicina di famiglia". Una guida per aiutare il medico a scegliere e consigliare l'integratore giusto per i piccoli disturbi dei suoi pazienti
Guida Federsalus “il Ruolo dell’integrazione alimentare nella medicina di famiglia”. Una guida per aiutare il medico a scegliere e consigliare l’integratore giusto per i piccoli disturbi dei suoi pazienti

Gli italiani chiedono gli integratori alimentari, ma per prescrivere al medico servono più informazioni

Sempre più spesso gli italiani chiedono al proprio medico di famiglia un consiglio su qualche integratore alimentare per la gestione dei piccoli disturbi e nella prevenzione primaria di alcune patologie. Nell’ultimo anno il 65% della popolazione adulta, 32 milioni di italiani, ha utilizzato integratori, che vengono considerati sicuri ed efficaci dai 2/3 dei consumatori. Mediamente ogni persona ha utilizzato nell’ultimo anno 2,5 tipologie di integratori.

Il compito del medico, però, è tutt’altro che semplice, da un lato per un “vuoto” formativo specifico a livello universitario, dall’altro per la crescita rapidissima del mercato che in pochi anni ha fatto lievitare il numero di referenze disponibili (72.964 al 30 marzo 2018– dati Ministero Salute), con prodotti spesso simili per principi attivi o per finalità.

Ecco di quali informazioni sugli integratori ha bisogno il medico

Informazioni è il bisogno che hanno fatto emergere i medici, nella recente indagine “integratori alimentari: un nuovo percorso per conoscerli meglio”. Dei 200 medici di famiglia che hanno partecipato al sondaggio oltre il 70% si è dimostrato molto o moltissimo interessato a ricevere aggiornamenti costanti sugli studi clinici relativi agli integratori alimentari.

Integratori alimentari, aree tematiche di maggiore interesse per il medico di famiglia (fonte Position Paper "Il ruolo dell'integrazione alimentare nella medicina di famiglia")
Integratori alimentari, aree tematiche di maggiore interesse per il medico di famiglia (fonte Position Paper “Il ruolo dell’integrazione alimentare nella medicina di famiglia”)

Per quanto riguarda le tipologie di prodotto sulle quali i medici vorrebbero essere più informati sono gli integratori che appartengono alla categoria del tono, rinforzo e benessere, e quelli per il benessere mentale e l’invecchiamento. E ancora, informazioni sulle possibili interazioni integratore-farmaco, integratore-integratore e sulle differenze formulative tra gli integratori.

Integratori alimentari, quali informazioni servono al medico per sapere quale integratore alimentare scegliere (fonte Position Paper "Il ruolo dell'integrazione alimentare nella medicina di famiglia"
Integratori alimentari, quali informazioni servono al medico per sapere quale integratore alimentare scegliere (fonte Position Paper “Il ruolo dell’integrazione alimentare nella medicina di famiglia”

Obiettivi e contenuti della Guida Federsalus sugli integratori alimentari rivolta al medico

A questo appello ha risposto Federsalus con la pubblicazione del Position Paper “Il ruolo dell’integrazione alimentare nella medicina di famiglia”. Il documento, a firma congiunta con la Società Italiana di Nutraceutica SINut, si propone “come una guida agile e completa- si legge nella prefazione della pubblicazione- per cercare di rispondere in modo sintetico alle esigenze informative sugli integratori alimentari”.

Dopo una prima parte dedicata al posizionamento dell’integratore alimentare nel contesto generale del Sistema Sanitario Nazionale, sull’iter regolatorio che questi prodotti devono seguire per l’immissione in commercio e il quadro normativo che ne regolamenta le comunicazione, la pubblicazione propone una sintesi delle evidenze scientifiche a supporto dei benefici degli integratori alimentari nella dieta e in termini di prevenzione primaria. In particolare sono state individuate 5 aree principali di intervento, per ognuna delle quali sono riportati i principi attivi di comprovata e approvata efficacia.

La pubblicazione si conclude con un approfondimento dedicato al ruolo centrale di consiglio da parte del medico per il corretto utilizzo degli integratori alimentari e ai canali attraverso sui il medico può tenersi aggiornato.

Ecco i principi attivi analizzati nelle 5 aree di intervento:

AREA CARDIO-METABOLICA: riso rosso fermentato, berberina, fitosteroli, acidi grassi polinsaturi, beta glucani carciofo, probiotici, estratto di Bergamotto

AREA MUSCOLO-SCHELETRICA: calcio, vitamina D, elementi minerali (fosforo, magnesio, potassio, rame, zinco), vitamine (C, K)

AREA BENESSERE MENTALE E INVECCHIAMENTO: polifenoli, vitamine C, E, B12, folati, carotenoidi

AREA URO-GINECOLOGICA: diverse sostanze presenti nella lista delle “Sostanze e preparati vegetali” ammessi del Ministero della Salute, probiotici, zinco

AREA GASTRO-INTESTINALE: probiotici, vitamina E, Frangula, Senna, lattulosio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here