Lattobacilli probiotici e inibizione di Candida albicans

Uno studio chiarisce il meccanismo attraverso cui specie di Lactobacillus possano antagonizzare la colonizzazione dell'ospite da parte di C. albicans

0
2307

Uno studio su Lattobacilli probiotici e inibizione di Candida albicans chiarisce i meccanismi dell'influenza negativa da parte dei bacilli sulla formazione di ife e di biofilm fungini.

Uno studio su Lattobacilli probiotici e inibizione di Candida albicans evidenzia l'influenza negativa da parte dei bacilli sulla formazione di biofilm
Uno studio chiarisce i meccanismi con i quali lattobacilli probiotici inibiscono la formazione di ife e di biofilm di Candida albicans, dimostrandone l'utilità come opzione terapeutica aggiuntiva contro le infezioni da candida che interessano le mucose

Sono stati valutati gli effetti inibitori di specie probiotiche di Lactobacillus in diverse fasi di sviluppo di biofilm di Candida albicans. La quantificazione della crescita del biofilm e l’analisi ultrastrutturale è stata eseguita su biofilm di C. albicans trattati con sospensioni e surnatanti di:

  • Lactobacillus rhamnosus,
  • L. casei,
  • L. acidophilus.

Risultati dello studio su Lattobacilli probiotici e inibizione di Candida albicans

I lattobacilli planctonici hanno indotto una significativa riduzione (p <0,05) del numero di cellule in biofilm (25,5-61,8%) in funzione del ceppo probiotico e della fase di crescita del biofilm.

I surnatanti di L. rhamnosus non hanno avuto alcun effetto significativo sul biofilm maturo (p> 0,05). Tuttavia hanno ridotto significativamente le fasi iniziali della formazione di biofilm di Candida (p <0,01). Le analisi microscopiche hanno rivelato che le sospensioni di L. rhamnosus riducono la differenziazione in ife.

Tutti i lattobacilli in definitiva hanno influenzato negativamente la formazione di ife e la formazione di biofilm. Gli effetti inibitori dei Lactobacillus probiotici su C. albicans hanno comportato sia interazioni cellulari che secrezione di esometaboliti che possono influenzare gli attributi patogeni associati alla colonizzazione delle superfici ospitanti e alla filamentazione di C. albicans.

Gli autori osservano che questo studio chiarisce, per la prima volta, il meccanismo attraverso cui specie di Lactobacillus possano antagonizzare la colonizzazione dell'ospite da parte di C. albicans.

I risultati documentano una serie di meccanismi inibitori che conferiscono attività candidacida di questi lattobacilli probiotici, supportando con ciò la loro utilità come modalità terapeutica aggiuntiva nel contrasto delle infezioni da candida che interessano le mucose.

Ricerca realizzata da vari istituti, fra questi anche UQ Oral Health Centre, School of Dentistry, The University of Queensland, QLD, Australia.

Matsubara VH, Wang Y, Bandara HM, Mayer MP, and Samaranayake LP. Probiotic lactobacilli inhibit early stages of Candida albicans biofilm development by reducing their growth, cell adhesion, and filamentation. Appl Microbiol Biotechnol. 2016 Jul;100(14):6415-26.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here