Lo studio, pubblicato su Nutrients, ha suddiviso i topi in due gruppi: nel primo, gli animali erano alimentati con una dieta comprensiva di lamponi neri. Il gruppo di controllo assumeva la stessa alimentazione, priva però dei lamponi.

Tre settimane dopo l'inizio della sperimentazione, i ricercatori hanno esposto le orecchie dei topi ad una sostanza irritante, che causava un'ipersensibilità da contatto. Quindi, hanno misurato l'entità del gonfiore di ciascun orecchio: nei topi del gruppo sperimentale, il gonfiore diminuiva, rispetto a quelli del gruppo di controllo.

I lamponi, neri, spiegano i ricercatori, sembrano svolgere un'azione modulante sull'attività delle cellule dendritiche, che allertano il sistema immunitario, originando o meno la risposta infiammatoria. "Il sistema immunitario è molto complesso", spiega Steve Oghumu, primo autore dello studio, "Molti degli effetti negativi che si manifestano, non sono dovuti direttamente all'azione di microrganismi e allergeni, ma piuttosto sono causati dal tipo di risposta che il nostro organismo sceglie per rispondere a questi stimoli".

Il Prof. Oghumu e la sua équipe studiano da anni l'effetto dei lamponi neri sui processi infiammatori: una dieta ricca di questi frutti ha mostrato di poter ridurre l'infiammazione causata da alcuni tipi di cancro, ad esempio. Questo studio aggiunge un tassello alla conoscenza sulle virtù dei lamponi neri.

Saranno necessarie ulteriori ricerche per determinare quale proprietà del frutto sia in grado di conferirgli la capacità di modulare l'infiammazione.

Articoli correlati

Un apporto a lungo termine di flavonoidi riduce la probabilità di malattia di Alzheimer e demenze correlate

Una dieta ricca di grassi e zuccheri potrebbe favorire le patologie infiammatorie della pelle

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here