In modifica al regolamento (CE) n. 1881/2006, la GU ha reso noti i tenori massimi di citrinina negli integratori alimentari a base di riso fermentato con lievito rosso Monascus purpureus, stabiliti in 100 migrogrammi per ogni chilogrammo di pesoIl provvedimento entrerà in vigore a partire dal 1° aprile 2020.

Non essendo disponibili nuovi dati relativi alla tossicità della micotossina negli integratori, permangono dubbi circa la sua genotossicità e cancerogenicità, quindi "è necessario, ai fini della tutela della salute pubblica, che i tenori di citrinina negli alimenti siano tanto bassi quanto ragionevelmente ottenibile. Ciò vale in particolare per gli integratori alimentari a base di riso fermentato con lievito rosso, poiché i dati dimostrano che in alcuni campioni di questi prodotti possono essere riscontrati tenori molto elevati di citrinina, che comportano una forte esposizione alla citrinina per i consumatori di questi prodotti".

Relativamente alla concentrazione della micotossina negli alimenti – perlopiù cereali e prodotti  base di cereali – nel 2017 è stata pubblicata la relazione Occurrence of citrinin in food, secondo la quale "non è necessario stabilire tenori massimi di citrinina negli alimenti diversi dagli integratori a base di lievito di riso rosso".

All'articolo 2, il regolamento specifica altresì che "Gli integratori alimentari a base di riso fermentato con lievito rosso Monascus purpureus immessi legalmente sul mercato prima dell’entrata in vigore del presente regolamento possono rimanere sul mercato fino al termine minimo di conservazione o alla data di scadenza".

Articoli correlati

Valori di riferimento per l’alimentazione: EFSA pubblica lista aggiornata per sodio e cloruro

EFSA ha pubblicato il rapporto annuale relativo ai residui di pesticidi negli alimenti

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here