Nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 la disfunzione endoteliale è una condizione comune, a cui sono strettamente associati stati infiammatori, riconosciuti come fattori di rischio per i problemi cardiovascolari che caratterizzano la sindrome da insulino-resistenza o sindrome metabolica. Secondo alcuni studi, certe sostanze fitochimiche presenti in diverse piante medicinali vantano proprietà antiossidanti e antinfiammatorie che hanno la potenzialità di produrre miglioramenti ai parametri che caratterizzano il diabete e di ridurne le complicazioni. In particolare, il cardamomo verde ricavato dall’Elettaria cardamomum (pianta diffusa dall’Iran all’India) contiene flavonoidi e composti fenolici che appaiono promettenti per un efficace trattamento dei pazienti affetti, appunto, da diabete mellito di tipo 2.

La supplementazione con cardamomo

Per questa ragione, alcuni studiosi iraniani hanno deciso di valutare l’effetto di una supplementazione di cardamomo sui marcatori infiammatori e sulle molecole di adesione in un gruppo di pazienti affetti da diabete. Hanno così condotto uno studio randomizzato controllato in doppio cieco (“The effects of Elettaria cardamom supplementation on inflammatory markers and vascular function in patients with type 2 diabetes mellitus: A mechanism-based randomized clinical trial”) reclutando 83 pazienti diabetici e sovrappeso o obesi, 41 dei quali hanno ricevuto un’integrazione di 3 grammi di estratto di cardamomo per dieci settimane, mentre agli altri 42 è stato somministrato un placebo. I risultati sono stati positivi: l’integrazione con cardamomo ha mostrato effetti significativi sulla riduzione dei livelli di molecole di adesione cellulare (ICAM, VCAM ed E-selettina) e dell’Interleuchina 6, una proteina connessa all’infiammazione. Viene così confermata l’ipotesi che la supplementazione di cardamomo possa essere clinicamente utile, specialmente in pazienti diabetici che presentano disturbi cardiovascolari. L’assunzione di integratori a base di cardamomo può migliorare la funzione endoteliale e abbassare i biomarcatori infiammatori, e costituisce un’alternativa che può essere particolarmente gradita ai pazienti che preferiscono approcci naturali ai propri problemi di salute.

Zahedi, Shohreh Ghazi, et al. “The effects of Elettaria cardamom supplementation on inflammatory markers and vascular function in patients with type 2 diabetes mellitus: A mechanism-based randomized clinical trial.” Journal of Herbal Medicine 25 (2021): 100403.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here